media_sNgEDuS.jpg

Dal 1883, una delle scuole più antiche d'Italia

CHI ERA CASTELLINI

"Un educatore. Un maestro che insegnava in un Convitto di Oltrona fino al 1820. Poi ne divenne direttore. Successivamente, nel 1843, trasferirà il Collegio nel palazzo, già dimora estiva dei Marchesi Terzaghi, a Camerlata. Comprendeva scuole tecniche, commerciali, ginnasiali".

Venuto dal popolo, Gabriele Castellini, sentiva la tristezza delle differenze sociali, a quei tempi molto accentuate. Credendo che anche gli umili avessero diritto a migliorarsi, legò parte della sua fortuna, raccolta in diversi anni di lavoro, alla fondazione di una scuola che si proponesse di giovare ai figli del popolo, istruendoli nel:

"...disegnare, modellare, intagliare, all'intento di migliorare i disegni per le stoffe, per i lavori in ferro, in legno, in oreficeria, pietre dure, decorazioni di pareti ed ogni genere di disegno industriale".

STORIA DELLA FONDAZIONE

Il pensiero del Castellini, vero precorritore dei tempi, fu compreso dalla cittadinanza e si venne all'attuazione della scuola.

Si cominciò con l'erezione del Pio Legato in Ente Morale -R.D. 29 Luglio 1879- gli si diede, poi, uno statuto, approvato con R.D. 27 Maggio 1880, nel quale si precisò l'uso e lo scopo dell'Opera Pia, e finalmente, con R.D. 11 Febbraio 1883, n° 1214, si passò all'istituzione, in Como, di una Scuola di Arti e Mestieri, chiamata 'Gabriele Castellini'.
Da allora, grazie ad un'ansia di progresso, e il desiderio di adeguarsi ai nuovi tempi, la scuola di Arti e Mestieri ha formato validi professionisti.
Personale ed insegnanti qualificati dedicano le loro energie perchè la Scuola possa, come nel passato, e più del passato continuare nella sua opera educativa.